L'IMPRESA CULTURALE E CREATIVA
L'IMPORTANZA DEL CAPITALE UMANO E DELL'INNOVAZIONE COME NUOVI  FATTORI DI PROPULSIONE SMART DELLA CRESCITA ECONOMICA.
 
Sabato, 22 Febbraio 2020, Ore 9.00 - 13.00
 
Sala Ribaud, Palazzo Comunale - Formia (LT)
 
Si parlerà di “Orange economy”, impresa culturale e creativa e di sviluppo sostenibile nel corso del convegno in programma sabato 22 febbraio presso la Sala Ribaud del Comune di Formia dalle 9 alle 13. L’incontro, dal titolo “L’impresa culturale e creativa: l’importanza del capitale umano e dell’innovazione come nuovi fattori di propulsione smart della crescita economica” è promosso dal Polo culturale Caieta, un punto di riferimento per i servizi culturali nel territorio del basso Lazio e da RALIAN Research & Consultancy srl, società di consulenza molto attiva in ambito internazionale, il cui Amministratore Delegato è la Dott.ssa Valentina Di Milla, presente al convegno anche come International Partner del World Business Angels Investment Forum (WBAF), al cui interno è Membro del Global Women Leader Committee. Il convegno gode del Patrocinio del Comune di Formia. Al tavolo dei relatori interverranno personalità del panorama culturale, artistico ed imprenditoriale nazionale, rappresentanti di organismi internazionali, docenti universitari, funzionari e dirigenti della Pubblica Amministrazione, avvocati. Nel dettaglio:
 
-          Mons. Jean Marie Gervais. Prefetto Coadiutore del Capitolo Vaticano. Presidente dell’Associazione Culturale Tota Pulchra.
 
-          Fausto Capelli. Avvocato. Professore di diritto comunitario – Fondazione Collegio Europeo/Università di Parma. Direttore della Rivista “Diritto Comunitario e degli Scambi Internazionali”.
 
-          Maurizio D’Amico. Avvocato, specializzato in Diritto dell’Unione Europea. Membro dell'Executive Board della Federazione Mondiale delle Zone Franche e delle Zone Economiche Speciali (FEMOZA).
 
-          Marco Baldassari. Direttore Scientifico, Fondazione Collegio Europeo di Parma. Professore presso Università di Pavia
 
-          Andrea Fusco. Dirigente Area Servizi per il Lavoro Regione Lazio
 
-          Paolo Giuntarelli. Dirigente Formazione Ricerca e Innovazione, Scuola, Università e Diritto allo Studio, Regione Lazio. Professore Università Tor Vergata.
 
-          Carmen Bizzarri. Professore a contratto, Università Europea di Roma.
 
-          Roberto Valentino. Avvocato, esperto in Diritto Tributario. Founder e Senior Expert Manager di  RALIAN Research & Consultancy srl.
 
-          Simona Ricci.  Funzionario presso MIBACT. Direzione Cinema
 
-          Milena Mannucci. Founder del Polo Culturale Caieta. General Manager of Tourism & Learning Agency.
 
-          Valentina Di Milla. Amministratore Delegato di RALIAN Research & Consultancy srl. International Partner e Membro del Global Women Leaders Committee del World Business Angels Investment Forum (WBAF).
 
L'obiettivo del Convegno è di evidenziare la portata benefica dell'impresa culturale e creativa in un tessuto politico - economico fermo ed obsoleto, attraverso l'enucleazione di strumenti innovativi che coniughino tale tipologia d'impresa con redditività e benessere sociale, internazionalizzazione ed attrazione di capitali, umanizzazione del sistema economico e nuovi strumenti di finanziamento, valorizzazione del talento in sede aziendale, ottimizzazione del territorio ed esaltazione del patrimonio artistico, culturale e turistico a livello sia locale sia nazionale, miglioramento della governance con finalità di salvaguardia e recupero dei più alti valori della democrazia, attualizzati all'odierno periodo storico. Un particolare risalto verrà dato a nuove forme di sistemi economici progettati per essere equi, sostenibili, accessibili ed orientati al merito e strettamente collegati all'impresa culturale e creativa. Questi ultimi, riconducibili alla macrocategoria della finanza alternativa, supportano le  start up innovative, garantendo opportunità di finanziabilità delle idee più meritevoli in senso intellettuale e relative al potenziale economico, piuttosto che, come tradizionalmente accade per quanto concerne la finanza ordinaria, sulla base esclusivamente del merito creditizio. Tutta la cittadinanza, gli operatori economici e commerciali, i portatori di interesse sono invitati a partecipare. L’ingresso è libero.

 Nasce il Polo Culturale Caieta…

al servizio del Benessere Culturale della comunità

Gaeta, 5 ottobre 2019. Nasce a Gaeta il Polo Culturale Caieta, punto di incontro e coordinamento di un’ampia gamma di servizi didattici, formativi e turistici già presenti sul territorio da 15 anni e che da oggi, in stretta sinergia, danno vita ad un progetto comune volto a favorire la crescita del Benessere Culturale della comunità.

“Non un semplice Centro polivalente – dichiara la direttrice del Polo Milena Mannucci - in cui confluiscono i servizi dei Cantieri Culturali, della biblioteca “Annarita Simeone”, della Tourism & Learning Agency, del Punto Giovani Gaeta, della Agri Academy…ma un serbatoio di opportunità coordinate di preparazione didattica e formazione professionale a 360°, rivolte ai giovani e alle loro famiglie, all’Universo Scuola in ogni ordine e grado, con un’attenzione sempre alta verso le fasce sociali meno abbienti, per aiutare a vivere e cogliere in pieno input sociali di crescita personale e professionale rivolti alla realizzazione di un nuovo e ampio concetto di Benessere Culturale. Il Polo Culturale si concretizza in azioni a sostegno della carriera scolastica in ogni sua fase e della preparazione culturale e professionale dei giovani, per agevolare il loro ingresso nel mondo del lavoro. Con la creazione del Polo Caieta l’imprenditoria privata si pone al servizio della Cultura, considerata al contempo strumento di Benessere personale e collettivo, plus valore fondamentale per affermarsi nel mondo del lavoro e prezioso input per l’apertura di nuove frontiere occupazionali”.

E’ questo lo spirito di un team giovane, ma che ha già alle spalle una notevole esperienza nei servizi didattici, formativi e turistici, guidato dalla d.ssa Mannucci. Il Polo Culturale, con sede legale ad Itri e sede operativa a Gaeta, è una realtà imprenditoriale privata, che non si avvale di alcun sostegno pubblico, al servizio della Cultura del territorio. La prima nel Golfo di Gaeta, l’unica con tali caratteristiche, pronta ad affrontare le nuove sfide che i tempi impongono nel mondo della Scuola, della formazione e del turismo scolastico, perché tutti, sostenuti nel dispiegamento delle proprie capacità e potenzialità, possano diventare essi stessi fautori del benessere collettivo.

Gli strumenti operativi, di questo ambizioso quanto concreto e fattibile progetto, sono: i Cantieri Culturali, la Biblioteca Annarita Simeone, il Punto Giovani Gaeta, Tourism & Learning Academy, Agri Academy.

I Cantieri Culturali nascono come doposcuola per aiutare ragazzi e famiglie a vivere il tempo scolastico in tutta serenità. Oggi rappresentano una delle realtà più significative sul territorio nell’ambito delle attività sociali e culturali. Nel 2014 grazie all’impegno nel sociale i Cantieri Culturali sono stati insigniti della Medaglia del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. I servizi resi sono molto ampi: avvalendosi di esperti consulenti didattici e psicologi, i Cantieri forniscono sostegno allo studio pomeridiano per ogni ordine e grado di scuola e consulenza universitaria; propongono laboratori ludo - didattici; laboratorio – doposcuola specifico per i bambini e ragazzi con disturbi specifici di apprendimento, in tale ambito si svolge consulenza e si organizzano corsi di formazione e aggiornamento per docenti, educatori e genitori; collaborano con istituzioni pubbliche a progetti di sostegno per le fasce deboli; ed ancora garantiscono consulenza psicologica per studenti e famiglie per qualunque tipo di esigenza.

Dal 2017 i Cantieri culturali sono affiliati ACLI e ospitano sportelli ACLI per l’assistenza pensionistica, previdenziale, sociale, fiscale, agricola e per l’orientamento alla formazione e al lavoro.

La realizzazione della Biblioteca dedicata ad Annarita Simeone, ricercatrice dell’Università La Sapienza, prematuramente scomparsa, risponde alla volontà dei promotori del Polo di valorizzare il capitale culturale a disposizione, offrendo al pubblico un prezioso patrimonio di libri. Creata grazie alla consulenza del dr Alessandro Mannucci esperto archivista e bibliotecario, la Biblioteca oggi raccoglie quasi 2.000 testi e si arricchisce con il contributo di tutti: ognuno può donare libri di cui vuole disfarsi, ma che per tanti altri può essere un vero tesoro! Anche la libreria Giunti di Formia ha contribuito all’accrescimento di tale patrimonio con tanti libri dedicati soprattutto ai più giovani.

Il Polo Culturale Caieta si avvale del Punto Giovani Gaeta, un vero e proprio sportello informativo dedicato all’Universo Giovani: divulga concorsi, corsi, tirocini, annunci di lavoro stage all’estero, work placement; promuove, organizza e sostiene attività e iniziative per i giovani dai 14 ai 35 anni.

La Tourism & Learning Agency è un’agenzia di servizi che si occupa di promuovere il territorio del Basso Lazio ideando e progettando attività didattiche multidisciplinari. Uno staff composto da consulenti turistici, guide professionali accreditate, naturalistiche ed escursionistiche, esperti di storia locale coordinano gite scolastiche, cantieri d’arte, progetti di alternanza scuola – lavoro, laboratori gastronomici ed ambientali, attività esperienziali, presso parchi, maneggi, fattorie didattiche.

Dalla stretta collaborazione tra la Tourism & Learning Agency e l’Associazione Naturalistica Ambiente Natura e Vita è nato di recente il fiore all’occhiello del Polo Culturale Caieta: l’Agri Academy. Presentata a Gaeta con grande successo durante l’edizione 2019 del Festival dei Giovani, l’Agri Academy propone una formula innovativa di offerta didattica multidisciplinare, sino ad oggi assente sul nostro territorio: rappresenta la proposta green del Polo Culturale con i suoi percorsi nella natura al fine di valorizzare la biodiversità, diffondere i principi della conservazione della natura, della tutela dell’ambiente, della protezione degli animali, della salvaguardia delle culture locali e del recupero della memoria antropologica. Tra le attività offerte alle scolaresche, l’orto didattico occupa un posto di rilievo. Avendo come finalità principale la promozione della conoscenza diretta di una sana alimentazione e della sostenibilità ambientale, l’orto didattico rappresenta un ottimo strumento educativo multiforme, capace di avvicinare gli alunni alle radici del cibo e della vita.

“Dopo 15 anni di esperienza nei servizi didattici, formativi e turistici – spiega la direttrice Milena Mannucci - siamo pronti a crescere per migliorare e ottimizzare le nostre proposte, convogliando il know how acquisito verso importanti obiettivi di crescita del tessuto culturale, sociale, economico ed imprenditoriale del nostro territorio. A tal fine nasce il Polo Culturale Caieta. Al servizio di questo progetto uno staff qualificato composto da esperti nei vari settori tra cui docenti, educatori, consulenti, psicologi, professionisti del turismo, agrotecnici, archeologi, biologi, naturalisti”.

Maggiori info sul Polo Culturale Caieta e sulle diverse realtà che lo compongono sulla pagina FB Polo Culturale Caieta.

                       

Contatti:

d.ssa Milena Mannucci

cell 346 390 1033 – 349 730 375

e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

                                               Ufficio Stampa

                                                d.ssa Paola Colarullo

CONVEGNO IMPRESA CULTURALE e CREATIVA

Formia, Sala Ribaud

22 Febbraio 2020 - orario 9-13